Open top menu
Le grandi Caiazzate

Le grandi Caiazzate

Non dire Caiazzate!!

I sindacalisti non mi hanno mai convinto, sarà che quando sono diventato adulto le grandi battaglie sindacali si erano già tutte consumate, avviando il travaso dal mondo sindacale alla politica: la corsa alla poltrona più ambita.

In questi giorni stiamo assistendo a delle esternazioni di sindacalisti che radicalizzano sempre più la mia idea.

Di recente, noi di #terzastrada, in merito a TVS, abbiamo lanciato una proposta forte, importante e di rottura con le politiche del passato. Di contro, abbiamo dovuto ascoltare dichiarazioni che mostrano una visione un po’ “sporca” di cosa significhi progresso: si parla di riconversione (a carbone), di mantenimento di un sito inquinante e mai di dismissione, ricollocazione del lavoratori, turismo o commercio.

Non felici, dobbiamo leggere anche la sconvolgente desolazione del segretario della CGIL sul mancato investimento nella Green Economy in una località “dove insiste uno dei poli di produzione di energia elettrica più importanti di Europa”, ma dove, fatalità, il problema inquinante più volte evidenziato è solo quello delle navi.

Si sottolinea la miopia e l’incapacità della classe politica di “invertire la rotta” puntando su un modello di sviluppo che rappresenti il futuro e le “logiche clientelari”.

Come può essere credibile un sostegno alla Green Economy da chi non prende in considerazione, neanche concettualmente, la dismissione di TVS, caldeggiandone al contrario la riconversione?

Come può essere credibile un cieco che parla di miopia?

Come può essere credibile un comandante del genere “Schettino”, che non ordina di invertire la rotta quando la nave punta ostinatamente sugli scogli?

Foto di Enrico Paravani ©

Giulio Santoni

Autore: Giulio Santoni

Commerciante dalla nascita, panettiere per scherzo, produttore di biscotti per tradizione. Cittadino del mondo.

Giulio Santoni
Written by Giulio Santoni

Commerciante dalla nascita, panettiere per scherzo, produttore di biscotti per tradizione. Cittadino del mondo.

No comments yet.

No one have left a comment for this post yet!

Leave a comment