Open top menu
#TerzaPagina: Neil Gaiman, Nessun Dove

#TerzaPagina: Neil Gaiman, Nessun Dove

Neil Richard Gaiman (Porchester, 10 novembre 1960), è scrittore, fumettista, giornalista e sceneggiatore britannico.

 

Non ho paura di cadere. Quello di cui ho paura è il momento in cui smetti di cadere e cominci ad essere morto.

Nessun Dove racconta la storia di un ragazzo comune a tratti insignificante, a parte qualche bizzarra mania; collezionare troll di plastica. Richard Mayhew sta per trasferirsi a Londra, dalla provincia, pronto ad iniziare la sua nuova vita da adulto.
Per un caso fortuito, soccorrerà una ragazza ferita, entrerà in un mondo parallelo, Londra di Sotto, popolato e plasmato da tutti coloro che vivono ai margini, pazzi, barboni, ovvero tutti quegli invisibili che il mondo e la normalità (?) tendono ad ignorare.
Fino a che anche lui, felicemente appartenente alla “razza” dei normali, diventerà un invisibile per gli abitanti della Londra di Sopra.

Nessun Dove è un romanzo che ci fa ritornare ragazzi pur rimanendo adulti, accompagnati da Richard, dai ParlaCoiRatti, da Cacciatori, dal Marchese de Cabaras e soprattutto da Porta ed inseguiti da due improbabili quanto terrificanti cattivi; intraprendiamo un viaggio nella Londra di Sotto, una sorta di tana del Bianconiglio, un mondo fantastico dove l’impossibile è la normalità, mendicanti che sono dei re, angeli pazzi che vivono insieme a creature mitologiche, mercati erranti dove ciò che a noi sembra privo di valore per qualcuno è ragione della propria esistenza. Nella Londra di Sotto ci si confronta anche con le proprie paure, i peggiori incubi possono prendere forma, dove si è costretti ad affrontarle o a vincerle, altrimenti ne va della propria vita.

Il Romanzo è uno straordinario e appassionato omaggio alla letteratura classica per ragazzi, infatti, rispetta gli schemi della morfologia della fiaba e i sette personaggi-tipo analizzati da Vladimir Propp, linguista ed antropologo russo.

E’ un romanzo per riscoprire i luoghi fantasiosi della nostra infanzia che spesso abbiamo dimenticato, all’apparenza sembra facile da leggere come solo una fiaba può essere, ma ci lascia sottilmente affascinati, così tanto affascinati da spingerci a guardare con occhi diversi ogni tombino, ogni “invisibile” ogni angolo buio della nostra città.

 

“So che questa è una domanda indiscreta, ma lei, per caso, è clinicamente pazzo?”
“Possibile, ma assai improbabile. Perché?”
“Beh” ribatté Richard “Uno di noi deve esserlo per forza!

Foto di Enrico Paravani©

Autore: Elia Stella Perrone

Venditrice per necessità, divoratrice di libri per sopravvivenza, quasi improvvisattrice per sfida.

Elia Stella Perrone
Written by Elia Stella Perrone

Venditrice per necessità, divoratrice di libri per sopravvivenza, quasi improvvisattrice per sfida.

1 Comment responses

  1. Avatar
    aprile 27, 2014

    bellissimo!

    Reply

Leave a comment