Open top menu
Non cadere in fondazione

Non cadere in fondazione

Pascolando nel sito di un noto giornale telematico locale (leggi TRC), è sbucata la notizia dell’avanzamento dei lavori riguardanti la Fondazione sui Beni Archeologici, che dovrebbe essere guidata dall’ex assessore all’ambiente Roberta Galletta, spoltronata per aver rinnegato le non-vittorie del sindaco Tidei ottenute in sede AIA lo scorso marzo.

La “notizia” ci è sembrata da subito amatoriale, così abbiamo raggiunto telefonicamente l’interessata, che afferma di aver rifiutato in modo granitico la guida della Fondazione dopo essere stata esclusa, senza nemmeno un sms d’avvertimento, dal direttivo del PD locale. Quindi Roberta Galletta non solo ha rilanciato al mittente la proposta di capitanare la Fondazione sui Beni Archeologici, ma, aggiunge, non farà più riferimento al PD locale, bensì a quello nazionale, proprio per il comportamento radioattivo adottato nei suoi confronti dai compagnucci di partito. Oggi, conclude, adottare l’incarico all’interno della Fondazione sarebbe come accettare un contentino per essere stata messa alla porta del direttivo.

A questo punto i dubbi colano da tutte le pareti: o esistono due Roberta Galletta o, sapendo che l’ex assessore aveva già informato i più di aver stracciato l’ipotesi di guidare la Fondazione, qualcuno si sta divertendo a mettere bombe sulla sua credibilità utilizzando il mezzo che gli è proprio in tutti i sensi: la stampa.

Mentre aspettiamo di scoprire cosa ribolle nel pentolone comunale, non possiamo fare a meno di chiederci se la stampa locale verifichi le notizie prima di spararle, se inzuppi occhi e orecchie nei fatti analizzandoli per ricavarne il succo buono chiamato verità.

A noi è bastata una telefonata per sbufalare una mai-stata-notizia che sapevamo essere di una falsità imbarazzante, e ci chiediamo se lo scopo di certe testate sia mettere in tavola la verità, quindi informare, o far mangiare ai lettori qualsiasi notizia precotta negli uffici stampa del comune, trattandoli come caproni che mettono in bocca di tutto indistintamente.

Foto di Enrico Paravani ©

 

Autore: TerzaStrada

La voce di chi sa che la forza degli uomini liberi sta nel pensiero e nella parola.

TerzaStrada
Written by TerzaStrada

La voce di chi sa che la forza degli uomini liberi sta nel pensiero e nella parola.

1 Comment responses

  1. Avatar
    novembre 17, 2013

    Io propendo per la prima ipotesi , quella delle ” Due Roberta ” : accumulo di stress da VISIONI…

    Reply

Leave a comment