Open top menu
Tanatofobia

Tanatofobia

Honesta mors turpi vita potior

(Una morte onorevole è migliore di una vita vergognosa)

[Tacito]

Possiamo solo immaginare quanto possa essere dura da accettare.

L’idea del ritiro.

Fare altro.

Riposarsi.

Per molti questa transizione è davvero molto simile alla Morte vera e propria. E’ un cambiamento definitivo che accompagna la dipartita vera e propria.

Una specie di premessa.

Possiamo solo immaginare quale dramma sia, per un uomo politico, ritirarsi a vita privata.

Forse un dramma più grande di quello provato dal calciatore famoso che si ritira e appende le scarpette al chiodo.

Più terrificante della presa di coscienza della sopravvenuta lentezza mentale per il pensatore e il filosofo.

Peggio di un divorzio.

E molto peggio di un abbandono. Della fine di un’amicizia.

Per un uomo politico, si capisce, il ritiro è un lutto.

“La nostra morte non è una fine se possiamo vivere nei nostri figli e nella giovane generazione. Perché essi sono noi: i nostri corpi non sono che le foglie appassite sull’albero della vita.” [1]

Politicamente parlando c’è solo da sperare che questi figli siano migliori dei loro padri e dei loro maestri.

[1] Albert Einstein

Foto di Enrico Paravani ©

Autore: Sergio Scanu

“La verità ti renderà libero. Ma solo quando avrà finito con te.”

Sergio Scanu
Written by Sergio Scanu

“La verità ti renderà libero. Ma solo quando avrà finito con te.”

No comments yet.

No one have left a comment for this post yet!

Leave a comment