Open top menu
Letterina a Babbo Natale #2

Letterina a Babbo Natale #2

Caro Babbo Natale,
ormai sono giorni che vorrei farlo, ma solo adesso mi decido a scriverti, sono un bambino di 5 anni e… te la posso dire una cosa?

Mi sono rotto le scatoline di questo periodo sempre di corsa e mai a casa, uffffffffff.

Tutti i miei amichetti ti avranno già scritto la letterina e io ancora niente, non che non desideri nulla, quello no, intendiamoci, ne ho anche troppi di desideri e di richieste da farti, ma quello che sto per dirti va un po’ fuori dallo spirito del Natale!

Ho capito che Natale è spendere, fare le file nei negozi, stare appresso a mamma e papà che smoccolano per trovare un parcheggio, oggi poi che è sabato, la città sembra invasa dalle automobili di tutto il mondo. Hai visto quante ce ne sono?

Mi trovo qui in questo negozio da più di un’ora e non si riesce a uscire, mi sono stufato, ho sete, ho fame, mi fanno male i piedi, devo pure fare pipì, e nessuno mi calcola!

UFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFF!!!!!!!!!!!

Ma tu ti annoi mai?

Io in questa settimana di Natale sono sempre annoiato, e poi prendo freddo e prendo caldo e mi devo abbottonare il giubbotto e me lo devo togliere, non devo far capricci sennò non mi porti nulla (ma sei così vendicativo?).

Guardo fuori dalla porta a vetri e vedo tanta gente impazzita, si bacia e non sa il perché, si sorride e non capisce di cosa ride, io se bacio la mamma so perché la bacio e mica la bacio una volta l’anno!

Vabbe’, caro Babbo, ora devo andare, forse hanno finito, mi riabbotono il giubbotto, ma prima faccio la pipì nel negozio e la faccio pure fuori dalla tazza, così s’imparano a farmi annoiare così. Ti arrabbi se la faccio?

Speriamo di no, in fondo a mamma e papà voglio tanto ma tanto bene e ai nonni anche, una pisciatina in un negozio non compromette mica  niente no?

Ciao Babbo, esco, devo andare in un altro negozio, un supermercato, io però preferisco i supereroi, loro sì che sono sempre buoni e non tradiscono mai.

Ricordati di me quando scendi per il camino… ah, ma io il camino non ce l’ho! Dalla cappa del piano cottura fa lo stesso?

Ciaooooooooooooooo… e forse devo pure fare la cacca…

Foto di Enrico Paravani ©

Autore: Enrico Paravani

Artigiano, produce tutto ciò che si ottiene dalla trasformazione del legno escluso barche e stuzzicadenti, blogger e fotografo per disperazione.

Enrico Paravani
Written by Enrico Paravani

Artigiano, produce tutto ciò che si ottiene dalla trasformazione del legno escluso barche e stuzzicadenti, blogger e fotografo per disperazione.

No comments yet.

No one have left a comment for this post yet!

Leave a comment