Open top menu
Apologia della caccola

Apologia della caccola

Un giorno un re, che non riusciva proprio a far passare per buone le sue cattive azioni, si mise a pensare. Pensava, studiava e rifletteva, ma senza raccogliere frutti.

Chiese consiglio a tutti quelli che avrebbero potuto aiutarlo, ma non ci fu nulla da fare. Più cattive azioni faceva,  più lo contestavano, ed il suo regno era ogni giorno più a rischio. E tutto questo a causa di un gruppo di temerari, che ogni giorno si metteva a raccontare, che c’era un modo diverso di vivere il regno. Gente comune che parlava a gente comune, non sulla strada principale dove erano pronte tante guardie del re, ma su una terza strada.

Allora il re si consultò con moglie e figli e decise che era quasi giunto alla decisione di lasciar precipitare gli eventi. Ma…mentre erano tutti seduti a parlarne attorno al tavolo, ecco che improvvisamente giunse l’illuminazione tanto attesa!!!

Il re non si era infatti accorto che, mentre parlava con i suoi cari, una caccola gli entrava ed usciva dal naso…

Giunto alla fine del discorso, il re finalmente capì che moglie e figli non solo non avevano capito nulla di tutto ciò che aveva detto, perché distratti da quella schifosa presenza sul suo naso, ma avevano annuito per tutto il tempo incapaci di rispondere.

A quel punto egli decise che avrebbe potuto averla sempre vinta sul suo popolo, anche solo attaccandosi una grossa caccola sul naso.

Affrontò il popolo, fiero del suo ingegnoso stratagemma, ma… il suo regno ebbe comunque fine, perchè la sua gente era ormai troppo stanca.

Da quel giorno altri tiranni usarono ancora la caccola come oggetto di distrazione di massa.

Qualche volta in sua sostituzione vennero usate anche grandi nuvole di fumo nero, sputate fuori dalle navi, ma il popolo non sempre abboccò.

La morale?

Non vi fate distrarre dal fumo o da una caccola, grande o piccola che sia.

Poco più su, negli occhi, c’è scritta la verità.

 

Foto di Fulvio Floccari©

Tagged
Andrea Palmieri
Written by Andrea Palmieri

1 Comment responses

  1. Avatar
    settembre 19, 2013

    favola moccicosa heeeeeeeee,sperando che la caccola morale si appiccichi al popolo………….

    Reply

Leave a comment